Scrittura creativa – self publishing – autore “indie”

Self – publishing (auto-pubblicazione)

Con l’avvento dei libri digitali (ebook), è partita una piccola rivoluzione nel campo dell’editoria, invece di avere carteggi di centinaia di pagine, esiste solo il file, molto più piccolo e maneggiabile. Inoltre con i lettori di ebook (ebook reader) in cui si può cambiare la spaziatura, il tipo e la grandezza del carattere, il modo di leggere è cambiato, si possono tenere memorizzati migliaia di file in un solo e-reader, e soprattutto il costo di ebook (essendo un file) è di circa il 70-80% inferiore al costo del libro stampato.

Iniziamo a parlare ora di auto-pubblicazione di un ebook

Attualmente i formati più diffusi degli ebook sono: epub, mobi, azw3 (utilizzato da Amazon per il suo e-reader Kindle).
Le strade per pubblicare un ebook partendo da un file msword oppure libreoffice writer sono:
– a pagamento attraverso una piattaforma di self publishing che si occupa della trasformazione del file word (libreoffice) in file epub/mobi/azw3;
– gratuitamente con la piattaforma di Amazon denominata Kindle Direct Publishing;
– gratuitamente utilizzando un software per pc (windows/linux) che provvede a trasformare il file doc in un file epub/mobi/azw3.

In questo ultimo caso devi provvedere ad ottenere per il tuo libro un codice ISBN, per questo ci sono delle agenzie a cui però devi pagare il servizio.

Sia le piattaforme per il self-publishing, sia Amazon, hanno stilato delle linee guida sul come formattare il documento word, per ottenere l’approvazione per la pubblicazione.

Andiamo ora a vedere i costi ma prima dobbiamo fare qualche premessa importante sulle convenzioni che esistono in editoria.  Per cartella editoriale si intende un foglio A4, scritto con interlinea 1,5 , carattere Times New Roman 13 (Liberation Serif 13 per Libreoffice per Linux), contenente 1800-2000 caratteri spazi compresi.
Il costo per la trasformazione da file doc a file epub/mobi/azw3 con verifica dei formati se rispondenti agli store on line di Amazon e Ibooks della Apple è di circa 0,34 € per cartella, compresa copertina, pertanto un libro di 150 pagine costerà, compreso codice ISBN, circa 50 euro. La piattaforma ti sottoporrà la bozza dell’ebook per eventuali ultime correzioni finali, quando tutto è a posto, e tu avrai dato il VISTO SI STAMPI, loro in circa una decina di giorni lavorativi, pubblicheranno l’ebook, lo diffonderanno ai vari store on line di libri digitali compreso Amazon e Ibooks, lo metteranno anche sul loro sito per la vendita, riconoscendoti, in caso di vendita da loro, un ulteriore piccola percentuale di guadagno. Calcola che il prezzo di vendita di un ebook di un esordiente, conviene che resti nella fascia 0,99 – 3,99 €.

Il programma di Amazon denominato Kindle Direct Publishing attualmente è stato aggiornato anche per permettere la pubblicazione di un libro stampato (questa opzione è attualmente in beta, ma perfettamente funzionante).

Invece se vuoi fare tutto da te, puoi utilizzare il Software CALIBRE (installabile sia su Windows che su Linux), che tra l’altro ha la possibilità di trasformare un file doc di msword oppure libreoffice in epub oppure mobi oppure azw3.
Resta sottinteso che il file doc finale è quello frutto della prima stesura, poi degli innumerevoli passaggi di correzione (ortografica, sintassi, punteggiatura) e poi dell’editing.

Passiamo ora ad esaminare come scrivere il libro.

Scrittura del libro.

Come scrivere il libro, ognuno ha i suoi modi e i suoi trucchi per scrivere: è una cosa molto personale, e non credo che su questo possa dare particolari suggerimenti. Posso dire come faccio io:
– durante le passeggiate con il cane, penso a quale può essere la trama del capitolo, del paragrafo, alle variazioni su quanto già scritto, a qualche particolare da inserire;
– una volta a casa butto giù quello che ho mentalmente pensato, di getto, senza correggere né gli errori di ortografia né quelli di sintassi, l’importante è scrivere, scrivere, scrivere;
– lascio sedimentare quanto scritto per qualche ora/giorno, riprendo lo scritto ed inizio a metterlo a posto dal punto di vista semantico ed ortografico, alla sistemazione della punteggiaura, provvedendo anche ad una prima verifica sulla congruità, nel contesto, dei tempi dei verbi utilizzati, vi ricordate quando alle medie ed al liceo si studiava la “consecutio-temporum”?

Si scrive, si sedimenta, si verifica, si va avanti e così via sino ad arrivare alla fatidica parola FINE.
Una volta finito il libro, lo stampo, lo metto da parte per una mesata, e poi lo riprendo per la correzione delle bozze e dell’editing. Con la correzione delle bozze, l’abbiamo vista, si correggono gli errori di ortografia, di sintassi, di stile, di punteggiatura.

Una volta terminata questa prima fase di correzione degli errori (che comunque, per esperienza, non terminerà mai, perché si troveranno sempre errori di battitura, di accenti gravi invece che acuti e viceversa, etc, etc), si passa al vero e proprio editing. Questa parola che ha una evidente origine inglese, significa una profonda analisi del testo per scovare gli errori (nascosti o evidenti) inerenti ad inesattezze, azioni in successione non logica, incongruenze temporali, ingarbugliamento dei discorsi che vanno invece semplificati, verifica della scrittura corretta di fatti/persone/luoghi reali, verifica dei personaggi (nomi/storie/relazioni tra loro). Questo dell’editing, soprattutto di un romanzo, è un’attività molto complessa, che è difficile fare da soli, ma costa se fatta da un professionista esterno. Qui dipende da quanto tu credi nel tuo lavoro e nel tuo valore e quanto vuoi spendere. Ho trovato però un potente escamotage che serve a scovare eventuali non linearità del discorso:  con il software CALIBRE trasformo il file doc in file epub e lo leggo sul mio e-reader. Una lettura da lettore aiuta a trovare eventuali refusi e con la funzione di annotazione del testo me lo segno sull’e-reader per poi andare a correggere il testo nel file doc di word/libreoffice.
Passiamo così alla prossima fase: predisporre lo scritto corretto a diventare un libro.

Struttura di un libro ed adeguamento dello scritto alla struttura.

Una premessa fondamentale che devo fare, d’altronde basta aprire un qualsiasi libro per verificarlo, è come si presenta la struttura di un libro.

Pagina del titolo

Risvolto con 
titolo, autore, immagine di copertina di … , ISBN, copyright ( © Tutti i diritti riservati all’Autore . Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta senza il preventivo assenso dell’Autore.)
Dati editore

frase cautelativa (Quanto narrato in questo libro è opera della fantasia. Ogni riferimento a cose, persone o fatti realmente accaduti è puramente casuale.)

Pagina indice (eventualmente può essere messa in fondo al libro, se in fondo si chiama indice altrimenti all’inizio si chiama sommario),

Pagina bianca 

Pagina con in alto a destra le eventuali dediche

Pagina bianca 

Pagine del libro, i capitoli, i paragrafi iniziano sempre in pagina dispari.
Partiamo da qui per inserire lo scritto da noi preparato e verificato.

L’ “Interior book” secondo gli inglesi è terminato.

Prepariamo la copertina.

Premesso che ci sono soluzioni nel web che per 30-40 US$ ti fanno la copertina in tre giorni, io mi sono organizzato per farmela da solo. 
Una macchina fotografica digitale oppure una vecchia bella foto ed una scannerizzazione della stessa a 600 dpi, abbiamo una immagine da inserire nella copertina.
C’è anche la possibilità di prendere una immagine dal web, verificare se è libera da diritti di copyright, se libera utilizzarla, indicando sulla pagina del copyright del libro il link da cui si è presa l’immagine utilizzata.
Oppure andare su quei siti che hanno fotografie ed immagini in vendita, ed acquistarne i diritti. Leggere bene, due volte, di solito sono in inglese, quali diritti ci stanno vendendo e verificare che rientriamo in quel tipo di casistica indicata nel contratto di cessione dei diritti, altrimenti rischiamo di passare dei guai seri per violazione del copyright.
Io per evitare tutto ciò me la canto e me la suono da solo, facendomi da solo le foto e modificando eventualmente l’immagine per renderla idonea a diventare la copertina del mio libro.
Una volta scelta l’immagine da utilizzare, provvediamo con un software libero SCRIBUS a creare la copertina. Questa deve essere un unico file pdf contenente la IV di copertina, il dorso e la copertina vera e propria. In precedenza provvediamo a calcolare lo spessore del dorso moltiplicando lo spessore di una pagina per il numero di pagine (nota bene: quando si parla di pagine si parla in effetti di facciate, due facciate compongono una pagina, gli spessori dati dai vari attori di self-publishing sono in effetti gli spessori delle pagine divisi per due, in modo da non creare confusione tra numero di pagine e numero di facciate. Lo spessore dipende anche dal tipo di pesantezza della carta e dalla sua qualità, vedere i dati specifici per ciascun editore. Una volta avuti i dati di grandezza del formato della pagina, dello spessore del dorso, dobbiamo considerare anche un margine esterno per ciascun lato chiamato smarginatura, se ad esempio abbiamo una smarginatura di 0.3 cm per ciascun lato, per un libro delle dimensioni di 15×23 cm, con un dorso di spessore 1.6 cm, avremo un foglio di copertina pari alle seguenti dimensioni:
Larghezza   0.3 + 15 + 1.6 + 15 + 0.3 = 32.2 cm
Altezza        0.3 + 23 + 0.3  = 23.6 cm

In SCRIBUS creiamo un documento delle dimensioni  32.2 x 23. 6 cm
Sulla sinistra creeremo una cornice per immagini delle dimensioni 15×23 cm dove metteremo la foto che farà da sfondo alla IV di copertina, stessa cosa sulla destra per creare la copertina. In mezzo alle due cornici per foto metteremo una cornice per testo della dimensione  spessore del dorso x 23 cm dove inseriremo con scrittura ruotata di 90°, il titolo del libro e il nome dell’autore.
Ritorniamo sulla parte a sinistra della IV di copertina, inseriremo due cornici di testo, una superiore con la sinossi del libro, una inferiore con una breve biografia dell’autore del libro. Sulla parte destra creiamo la vera e propria copertina con due caselle di testo, una superiore con il nome dell’autore, e una inferiore con il titolo, e in mezzo una cornice per immagini con l’immagine di copertina.
I font utilizzati nella copertina come i colori sono a gradimento del grafico che cura la costruzione del file.

La IV di copertina in digitale non esiste, come non esiste il dorso, pertanto con la copertina abbiamo finito di fare il libro.

Riassunto delle azioni di un bravo scrittore indie per un ebook

Ricapitolando:
– scrivo il libro;
– faccio la correzione delle bozze correggendo gli errori (ortografia, punteggiatura, sintassi, verifica della “consecutio-temporum”);
– faccio l’editing (eliminazione incongruenze logiche, incongruenze temporali, discorsi impicciati e contorti, verifica delle situazioni reali, verifica dei personaggi);
-faccio la copertina;
ed ho finito, non ci dobbiamo preoccupare della impaginazione che invece dovrà essere nostra cura eseguire nel file doc destinato a diventare un libro stampato, ma lo vedremo nel prossimo articolo.

A seconda della scelta fatta per la piattaforma di publishing, seguendo pedissequamente quanto da loro prescritto, mandiamo in pubblicazione il libro in digitale.

Come pubblicare un libro stampato
Parte 1 – “Interior book”

Chiaramente il self-publishing interessa anche la carta stampata, il processo di preparazione del file word è leggermente più complicato nella fase di impaginazione, ma un autore indie non si ferma davanti a niente.

Premettiamo alcune scelte che vanno fatte all’apertura del documento in word/libreoffice:
se vogliamo stampare il nostro libro in un formato tascabile (A5 in Europa, 6” X 9” in USA), dobbiamo creare un nuovo documento in MS Word/Libreoffice e scegliere come formato (layout pagina) quello che è previsto per ciascun continente;
inoltre impostiamo come carattere Times New Roman 12 per MS Word (Liberation Serif 12 per LibreOffice per Linux) per il testo normale, altezza 16 per capitoli e paragrafi.

Rivediamo ora come è la struttura del libro, nel formato cartaceo, dovendo inserire il numero di pagina a destra o a sinistra a seconda se la pagina è dispari o pari, dobbiamo essere precisi nella impaginazione e nella sequenza da seguire per le pagine.

Ripetiamo la struttura del libro, questa volta mettendo se è una pagina pari o dispari

Pagina del titolo (pari)

Risvolto (dispari) con:
titolo, autore, ISBN, copyright (© Tutti i diritti riservati all’Autore – 
Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta senza il preventivo assenso dell’Autore.),

Dati editore,
frase cautelativa (Quanto narrato in questo libro è opera della fantasia. Ogni riferimento a cose, persone o fatti realmente accaduti è puramente casuale.),

Pagina indice (dispari) (eventualmente può essere messa in fondo al libro, se in fondo si chiama indice altrimenti all’inizio si chiama sommario),

Pagina bianca (pari),

Pagina con in alto a destra le eventuali dediche (dispari),

Pagina bianca (pari),

Pagine del libro, Nota bene:  i capitoli, i paragrafi iniziano sempre in pagina dispari.

A questo punto dovendo inserire il numero delle pagine, in destra quelle dispari, e in sinistra quelle pari, dobbiamo utilizzare, nel word editor, il sistema delle sezioni.

Diamo nel seguito le istruzioni specifiche per MS Word 2007.

1. COSTRUZIONE DELLE SEZIONI
Nella pagina della dedica, mettere alcuni invii, poi 
Layout di pagina / interruzioni / interruzione di sezione – pagina dispari ( costruisce una nuova sezione che potrà avere un numero di pagina in piè di pagina, dispari per le pagine dispari, pari per le pagine pari), togliere tutte le interruzioni di pagina che verranno spostate a valle, in modo che la pagina del capitolo o del paragrafo sia sulla pagina dispari;
Ripetere questa operazione per tutti i capitoli e le pagine di risvolto del capitolo che deve essere bianca e senza numero.

2. COSTRUZIONE DELLA NUMERAZIONE DI PAGINA PARI E DISPARI
Andare nel piè di pagina della prima pagina dello scritto dopo la pagina del capitolo (paragrafo), pagina dispari,
Cliccare due volte si apre la sezione Progettazione,
Nella sezione  opzioni   flaggare si su   diversi per le pagine pari e dispari   ed anche   mostra testo documento,
Porsi all’interno del piè di pagina, nella sezione   inserisci,  andare su    parti rapide / campo / scegliere page  e poi formato  1,2,3;
Andare nella sezione Home e scegliere  allineamento a destra;
Andare nel piè di pagina della pagina successiva che è una pagina pari;
Ripetere   nella sezione   inserisci,  andare su    parti rapide / campo / scegliere page  e poi formato  1,2,3;
Andare nella sezione Home e scegliere  allineamento a sinistra;
Ritornare nella sezione   progettazione  e cliccare il tasto chiudi intestazioni / piè di pagina.

3. PER OGNI NUOVO CAPITOLO (PARAGRAFO) FAR INIZIARE LA PRIMA PAGINA DEL CAPITOLO SULLA PAGINA DISPARI
Andare alla fine del capitolo (paragrafo),
mettere alcuni invii, poi 
Layout di pagina / interruzioni / interruzione di sezione – pagina dispari ( costruisce una nuova sezione che potrà avere un numero di pagina in piè di pagina, dispari per le pagine dispari, pari per le pagine pari), togliere tutte le interruzioni di pagina che verranno spostate a valle, in modo che la pagina del capitolo o del paragrafo sia sulla pagina dispari;
in questo la pagina di risvolto (pagina pari) dopo la fine del capitolo (paragrafo) è bianca e senza numerazione;
fare questo solo se l’ultima pagina del capitolo (paragrafo) sulla pagina dispari altrimenti non mettere l’interruzione di sezione;
ripetere per ogni capitolo (paragrafo).

Abbiamo così impaginato correttamente, con il numero delle pagine opportunamente a destra e a sinistra, il nostro scritto.

Stampiamo ora il documento in PDF.

Scegliere formato A5 (oppure 6 x 9) nella proprietà della stampa
Utilizzare PDFCreator formato PDF/X-1a

Abbiamo terminato la parte che riguarda la preparazione del file da spedire alla piattaforma di self-publishing per quanto riguarda l ‘ “interior book”.

In alternativa, se avete voglia di imparare un meraviglioso software di composizione tipografica, vi consiglio di scaricarvi, nel formato specifico per windows, mac oppure linux, il pacchetto gratuito LaTex, nelle varie versioni personalizzate per i diversi S.O.  E’ una faticaccia, ma se sarete costanti, è un software a dir poco meraviglioso, perchè cambiando alcune specifiche variabili, vi permette di costruire i file PDF dell’interior book in formati diversi, un vero e proprio investimento se avete necessità di interfacciarvi ad esempio con KDP di Amazon, che è molto rigido nei controlli della griglia del libro. Con LaTex, variando opportunamente le dimensioni dei margini della pagina, potete intervenire sulle dimensioni della griglia, e superare così le eventuali possibili difficoltà di pubblicazione con KDP di Amazon, libro stampato.

Come pubblicare un libro stampato
Parte 2- “Copertina”

Per uno stampatore, la copertina, il dorso, la IV di copertina costituiscono un tutt’uno, un’unica pagina che andrà ad avvolgere l’ “interior book”.
Pertanto noi dovremo andarla a costruire come se fosse un’unica pagina.
per calcolare le dimensioni della pagina dobbiamo fare dei calcoli
ammettiamo che stiamo costruendo il libro e la copertina per CreateSpace, una società controllata da Amazon, che è essenzialmente una piattaforma di self-publishing per libri stampati.
Abbiamo deciso che le dimensioni del libro sono quelle simili all’A5 europeo e cioè 6” x 9” che tradotti in mm danno 
(6 x 25.4) x (9 x 25.4) =>  152.4 mm x 228.6 mm (altezza)
questa è la dimensione della pagina scritta
per il dorso andiamo a calcolarci il dorso, lo spessore di una pagina bianca in pollici è  0.002252” ( per la pagina leggermente colorata è 0.0025”).
Ammettiamo che il nostro scritto, basta guardare il doc word, consti di 150 pagine, per avere la dimensione della costola, del dorso (spine width) dobbiamo moltiplicare il numero delle pagine per 0,002252”
150 pagine  x 0,002252” = 0,3378”  x 25,4 mm =>  8,58 mm (altezza della costola del libro)

inoltre dobbiamo tenere presente che la stampa della copertina è una stampa su carta fotografica, e l’immagine ha un bordo esterno costante di 0,125”

sviluppiamo in mm l’altezza del foglio di stampa  9” +0,125 (bordo inferiore) + 0,125 (bordo superiore) => 9,25” x 25,4 mm => 234,95 mm    

sviluppiamo in mm la larghezza del foglio di stampa sempre tenendo conto dei margini esterni destro e sinistro    0,125” + 6” + 0,3378” + 6” +0,125” = 12,5878” x 25,4 mm =>  319,73 mm

il foglio di carta da stampa fotografica da mettere nella stampante da parte del tipografo avrà allora la dimensione di 234,85 mm (altezza) x 319,73 mm (larghezza)

e queste dimensioni personalizzate noi dobbiamo andare a mettere nelle dimensioni del nuovo documento word/libreoffice che avrà la copertina.

Una volta aperto il foglio delle dimensioni personalizzate di cui sopra, andiamo ad impostare un margine esterno destro e sinistro pari a 0,125” x 25,4 mm => 3,175 mm

Se pensate di utilizzare SCRIBUS invece che MS WORD o LibreOffice Writer, guardate la spiegazione data in precedenza e saltate  la descrizione che segue.

inseriamo una tabella ad una sola riga e tre colonne dove la prima colonna sarà larga 6” (152,4 mm), la colonna intermedia che rappresenta il dorso / costola del libro con larghezza pari a
0,3378” (8,58 mm), la terza colonna di 6” (152,4 mm).
In altezza la tabella avrà la dimensione di 9” (228,6 mm), impostando opportunamente i margini inferiori e superiori pari a 0,125” (3,175 mm).

Nella cella di sinistra della colonna inseriremo la pagina IV di copertina (vedi dopo su cosa mettere in questa pagina), sulla cella centrale, con scrittura a 90° verso l’alto il titolo del libro e opportunamente distanziato il nome dell’autore, nella cella di destra la copertina così come l’abbiamo costruita per il nostro ebook che abbiamo pubblicato per primo, eventualmente si può copiare dentro il file doc della copertina dell’ebook.
Salviamo il file, e poi mandiamo in stampa con un applicativo freeware denominato “doPDF” che crea una stampante virtuale PDF in cui si può scegliere la dimensione precisa del pdf, naturalmente inseriremo le dimensioni in mm di 234,85 mm (altezza) x 319,73 mm (larghezza).

Il software libero SCRIBUS vi permette di salvare in PDF, in JPG, in PNG spingendo la risoluzione del file anche oltre i 300 DPI richiesti come minimo da KDP di Amazon.

A questo punto abbiamo finito anche il pdf della copertina, (vedilink).

Facciamo la IV di copertina
Quando pubblichiamo un libro, di solito l’editore ci chiede di fornire una “sinossi” del libro, un riassunto ragionato, massimo di 1000 caratteri, dove dobbiamo mettere in evidenza il contenuto del libro esaltando le particolari caratteristiche del racconto. La sinossi deve essere scritta in modo tale da suscitare l’interesse dell’eventuale lettore, interesse talmente forte da spingerlo a comprare il libro.
E questa è la prima parte della  IV di copertina.
Nella seconda parte si mette una breve biografia dell’autore, esaltando le passate esperienze nel campo della scrittura, e magari inserendo una foto dello stesso in modo che il lettore si possa immaginare l’autore e chiedere l’autografo quando lo incontra. 

Ritorniamo alla nostra piattaforma di self-publishing CreateSpace, ci dobbiamo registrare, se siamo già registrati in Amazon, possiamo mettere le stesse credenziali e password.
Il sito è tutto in inglese: in poche parole c’è un profilo da compilare e questo è semplice, la cosa più complicata della registrazione è il modulo fiscale, in rete ci sono degli ottimi post che spiegano esaurientemente come compilare questo modulo che è molto importante, perché dobbiamo dichiarare che NON siamo cittadini americani, e che non incasseremo i soldi in USA. Metteremo alla fine il nostro Codice Fiscale in modo che loro possano comunicare all’Agenzia delle Entrate i nostri introiti.
Da tenere presente che CreateSpace ci assegna gratuitamente un codice ISBN americano, che purtroppo non può essere utilizzato in Europa ed in Italia in particolare, pertanto utilizzando CreateSpace di precludiamo, per quella edizione del libro, di poter utilizzare una distribuzione presso le librerie italiane, l’unico modo di acquistare il libro stampato sarà quello di Amazon.

Libro stampato in una piattaforma di self-publishing (non Amazon)

È naturalmente possibile utilizzare i nostri file doc MS Word / Libre Office Writer dello scritto e della copertina per consegnarli ad una piattaforma tipo Youcanprint oppure StreetLib, ma ne esistono anche altre. Con Youcanprint il costo del codice ISBN è attualmente di 30 €, i servizi di correzione bozze, editing, copertina, IV di copertina sono a pagamento, chiedere eventualmente un preventivo per i costi che variano anche in funzione delle pagine del manoscritto.

Ricordatevi che se avete sopra i 35 anni avete una franchigia del 25% degli introiti dovuti da diritti di autore ( a titolo di deduzione forfettarie delle spese sostenute), e dovete pagare le imposte sul rimanente 75%, per i minori dei 35 anni l’aliquota della franchigia è del 40%.