Full Cost aziendale

Nel seguito verrà illustrata una metodologia per il calcolo del Full Cost.
Questo metodo permette in alcuni casi semplici, ove i driver di riferimento sono per esempio le ore di personale da vendere a terzi per contratti di consulenza, di calcolare il prezzo di vendita appunto di un consulenza misurata in ore, che copre tutti i costi diretti ed indiretti di produzione.

Nel seguito prenderemo come esempio il caso di una società di costruzioni di grossi complessi edilizi quali residence, hotels, ospedali, centri commerciali o edifici per uffici, che in base a contratti con committenti terzi, si impegna a progettare e a costruire appunto tali complessi.
Il driver da considerare è appunto l’ora del personale specializzato che viene venduta, e più precisamente le ore vendute riguardano la progettazione e la costruzione: queste sono pertanto da intendersi come ore dirette. Per comodità inseriamo tutto il personale che lavora direttamente sulle commesse in due aree appunto denominate Progettazione e Costruzione. Consideriamo le ore di tutto il personale specializzato ( ad esempio 200 persone nella progettazione e 150 persone delle Costruzioni), le ore medie lavorate in un anno corrispondono all’incirca a 1600-1800 ore persona per anno, per convenzione utilizziamo come driver un monte ore lavoro di 1800 per persona (sia ordinarie cioè quelle stabilite da contratto collettivo sia straordinarie). Inoltre assumiamo che tutti i dipendenti specializzati lavorino a commessa, mentre assumiamo che ci sia una percentuale del 10% di persone che non lavorano direttamente a commessa ma sono persone di staff (segretarie, archivisti, informatici… anche se sono inseriti anche loro nelle strutture operative.
Assumiamo inoltre che ci siano ulteriori aree di staff con una consistenza di circa 100 persone (personale, legale, acquisti e appalti, amministrazione e controllo).
Per quanto riguarda i costi, prenderemo tutti i dati dal Budget aziendale, sempre suddivisi per aree, e comprensivi di ogni onere, contributo, trasferta, indennità varie.

Per effettuare il calcolo, abbiamo bisogno dei seguenti dati di input:
– consistenza del personale suddivisa per le varie aree funzionali dell’azienda,
– ore preventivate di lavoro del personale inserito nelle aree che lavorano direttamente sulle commesse (Progettazione e Costruzione),
– costi di tale personale comprensivi di tutte le voci di costo relative,
– costi del personale di queste aree che non lavorano direttamente a commessa (staff delle aree dirette)
– costi del personale di tutte le altre aree di staff dell’azienda (personale, acquisti e appalti, amministrazione e controllo, legale).

Calcoliamo le ore dirette a commessa che divengono il driver per il calcolo del full cost:
200 persone della Progettazione + 150 delle Costruzioni danno un totale di 350 persone che lavorando mediamente 1800 ore/anno danno un monte ore dirette di 630000 per un costo di 23000000 € (comprensivo di retribuzioni, contributi, tasse, trasferte, indennità, etc).
Abbiamo inoltre 35 persone di staff nelle aree di lavoro dirette per un costo di 3500000 €.
Abbiamo nelle aree di staff 100 persone per un costo di 10600000 €.
I costi dei contratti di servizio (telefonici, informatica, affitti, …) ammonta a 21000000 €.
Proviamo a calcolare nei vari step il full cost:
– il costo diretto a commessa é pari al costo del personale diretto omnicomprensivo (23000000/630000 = 36.50 € / ora);
– il costo unitario da ribaltare dello staff delle aree dirette ( 3500000/630000 = 5,55 € / ora),
– il costo unitario da ribaltare delle aree di staff (10600000/630000 = 16.82 €/ora),
– il costo unitario da ribaltare dei contratti di servizio (21000000/630000) = 33.33 €/ora ).

Se riteniamo che ci sono tutte le voci per il calcolo del full cost basta sommare le varie componenti di costo unitario (36.50+5.55+16.82+33.33 =92.20 € /ora).

Un discorso interessante da fare è quello della intracompany.
Supponiamo che la nostra società di costruzione faccia parte di un gruppo più grande, che la utilizza sia per progetti propri sia per lavorare per terzi, si potrebbe ipotizzare che quando la società lavora per i terzi si applica come tariffa di vendita delle prestazioni orarie il full cost così come calcolato in precedenza, mentre quando la società lavora per le altre società del gruppo, si faccia rimborsare solo i costi delle aree operative, facendosi carico di tenere per sè i costi indiretti delle altre aree a staff: abbiamo così che la tariffa da applicare per i lavori intracompany è (36.5+5.55 = 42.05 €/ ora).

Non sarebbe in tal caso disdicevole richiedere un fee per il parziale rimborso delle aree a staff, supponiamo che tale fee sia stabilito in percentuale pari a 15%, la tariffa per i lavori intracompany diventa (42.05 *1.15 = 48.36 €/ora)

Così la nostra società ipotetica di costruzioni inserita in un gruppo più grande, quando lavora per il gruppo fatturerà 48.36 €/ora, quando lavora per terzi fatturerà 92.20 €/ora.

Spero di essere stato esauriente sulla spiegazione di una metodologia da usare per il calcolo del full cost.